Materiali ed esito dell’assemblea del CDC

L’assemblea del 30 gennaio ha dimostrato che un grande lavoro è stato avviato in tutt’Italia per la formazione di una rete di comitati locali sulla base dell’appello che abbiamo diramato il 2 dicembre 2015 “E’ tempo di passare all’azione Costituiamo i Comitati locali del Coordinamento”.

Questo lavoro deve subire un’accelerazione e noi dobbiamo puntare a creare una rete capillare su tutto il territorio italiano com’è avvenuto nel 2011 in occasione dei referendum sull’acqua e sul nucleare. Sul sito del Coordinamento è presente una mappa dei Comitati locali nella quale sono registrati anche tutti coloro che hanno compilato solo il form di adesione con le indicazioni di contatto di una o più persone. Abbiamo definito questo elenco provvisorio, sia perché è in continua espansione, sia perché occorre verificare che la costituzione dei comitati non sia frutto di iniziative isolate o escludenti ma sia unitaria ed inclusiva nello spirito del lavoro avviato del Coordinamento nazionale. Ripetiamo che i comitati locali debbono includere tutti, senza avanguardismi e con spirito di collaborazione unitaria, altrimenti il Coordinamento nazionale potrebbe arrivare a disconoscerli. Poiché sono stati formalmente costituiti due Comitati nazionali, il Comitato per il No nel referendum costituzionale ed il Comitato per i due referendum abrogativi dell’Italicum, molti si sono chiesti come regolarsi in sede locale. Abbiamo notizia che a Bari è stata costituita, con scrittura privata, una Associazione denominata “Comitato di terra di Bari per il No nel Referendum sulla modifiche alla Costituzione”, mentre a Bologna è in programma la Costituzione di un Comitato per il No con atto registrato da un notaio.

E’ bene chiarire che, fermo restando che non si può porre alcun limite all’autonomia organizzativa dei comitati locali, non è necessario creare delle formali associazioni ad hoc per gestire la campagna per il No al referendum costituzionale e per promuovere la raccolta di firme per i 2 referendum abrogativi. Soprattutto non è necessario creare in sede locale due distinti comitati mentre sul piano nazionale è stata una scelta obbligata per ottenere i riconoscimenti di legge nelle campagne referendarie che sono, come sapete, distinte. L’indicazione che ci sentiamo di dare a tutti è quella di costituire un unico comitato come Coordinamento per la democrazia costituzionale che provvederà alla campagna elettorale per il No al referendum costituzionale, che comprende anche l’impegno per raccogliere le firme sui due referendum abrogativi.

Questo perché sul piano operativo saranno i Comitati nazionali per il No alla controriforma della Costituzione e per il No all’Italicum che indicheranno le persone incaricate nel territorio, con apposita delega firmata, ad agire in nome e per conto del Comitato nazionale nel territorio (spazi elettorali, preannuncio dei banchetti per la raccolta delle firme, ecc.)

In questo contesto una o più persone, possono chiedere di aderire e quindi di iscriversi sia al Comitato nazionale per il No che a quello per l’abrogazione delle norme elettorali per stabilire un rapporto diretto con i due Comitati.   Quello che chiediamo a tutti è che in fase di costituzione dei comitati, siamo invitati tutti i soggetti politici, sindacali ed associativi, attivi in sede locale, che aderiscono al Coordinamento nazionale e che nelle note si dia atto se vi sono più soggetti politici o associativi che aderiscono al comitato locale, con una breve relazione. In particolare sottolineiamo il valore dell’adesione dell’ANPI alle due campagne referendarie. La vostra informazione ci aiuterà a conoscere meglio le realtà locali e ci consentirà di intervenire per superare le difficoltà che, eventualmente, dovessero emergere e ad identificare, d’accordo con tutti voi, le persone con cui stabilire un rapporto di fiducia per i diversi ambiti territoriali.

Vi ricordiamo anche che è opportuno che in occasione delle iniziative dei comitati non vengano utilizzate bandiere delle singole organizzazioni, eccezion fatta per quelle dell’ANPI, che hanno significato unificante.

Scadenze operative  

Il 12 febbraio si riunirà il Consiglio Direttivo del Comitato promotore per i due referendum abrogativi della legge elettorale. In questa sede dovrà essere presa la decisione definitiva sul lancio della campagna di raccolta delle firme. Abbiamo bisogno di informazioni importanti dai Comitati locali già attivi. Vi preghiamo di mandare una mail all’indirizzo: segreteria.comitatoperilsi@gmail.com con l’indicazione dei Comuni in cui ciascun Comitato è in grado di organizzare la raccolta delle firme ed un indicazione di massima sul numero di firme che si prevede di raccogliere nello spazio dei tre mesi che vanno dal primo aprile al 30 giugno.

Siti Web e finanziamento

Entro il 15 febbraio saranno on line i due siti web del Comitato per il No e del Comitato per l’abrogazione di due norme della legge elettorale, che saranno linkati con il sito del Coordinamento per la democrazia costituzionale che continuerà a lavorare come sede di coordinamento e di sintesi politica di tutta l’attività referendaria e dell’attività verso i tribunali. Saranno disponibili bozze di volantini, manifesti, brochure, video e materiale vario in continua elaborazione.

Nei siti saranno inseriti i banner per la raccolta fondi on line. Vi preghiamo di far girare i banner nel modo più esteso e rapido possibile. Per il successo della campagna di raccolta fondi non sono necessarie grandi donazioni (che nessuno ci farà), anche versamenti di 5 o 10 euro, se si coinvolgono moltissimi interlocutori, possono formare un montante decisivo. Entro la fine del mese di febbraio, dovremo fare il punto sui finanziamenti raccolti e sulla tempistica per l’avvio della campagna di raccolta delle firme, tenendo presente l’evoluzione del quadro politico e l’interazione con altre campagne referendarie (scuola, lavoro, etc.).

Contributi di altri soggetti associativi

Nei prossimi giorni cercheremo di fornirvi il quadro più chiaro ed esigibile dei contributi che verranno da altri soggetti organizzati, ad esempio per la stampa dei moduli per la raccolta delle firme che prepareremo in unica versione nazionale, un A3 ripiegabile in due, come prevede la legge sui referendum, per questo vi preghiamo di attendere il prototipo del modulo nazionale che deve ottenere un visto di massima prima di essere utilizzabile.

Certificatori

Anche per quanto riguarda i certificatori, figura essenziale per autenticare le firme e renderle valide, vi forniremo indicazioni precise per facilitare al massimo possibile il vostro lavoro.

Roma, 31 gennaio 2016.

Domenico Gallo     Alfiero Grandi

MATERIALI

TESTI

Relazione introduttiva di Alfiero Grandi (file) “Verso il 30 genanio 2016” 

Intervento Milena Fiore, in rappresentanza del Pcd’I (file) “No alla Riforma, la Costituzione è lo strumento per uscire dalla crisi”

Comunicato di Democrazia Atea (file)  “Democrazia Atea conferma il proprio obiettivo di difesa della Costituzione”

COMITATO PIEMONTESE E VALDOSTANO  “ SALVIAMO LA COSTITUZIONE”
Intervento all’Assemblea del 30 gennaio 2016 dei Comitati per il no nel referendum costituzionale e per il no all’italicum
di Antonio Caputo

Intervento di Paolo Maddalena – Vice Presidente Emerito della Corte costituzionale –  La necessità delle battaglie referendarie

 

VIDEO
Introduzione di Alfiero Grandi
https://www.youtube.com/watch?v=byLjIB9N11s
(durata: 34 minuti)

Conclusioni di Domenico Gallo:
https://www.youtube.com/watch?v=KbAK3uHzkrs
(durata: 19 minuti)

Di seguito trovate anche le VIDEO REGISTRAZIONI degli interventi di:
Raniero La Valle: https://www.youtube.com/watch?v=AuAeLKpeeao
Maria Luisa Boccia: https://www.youtube.com/watch?v=v42mfBrcQ0A
Massimo Villone: https://www.youtube.com/watch?v=afqhc54bg9M
Paolo Maddalena: https://www.youtube.com/watch?v=boOYdMetE4E
Sandra Bonsanti: https://www.youtube.com/watch?v=hs5Vw4YrL1A
Gaetano Azzariti: https://www.youtube.com/watch?v=ptyOOccAHZE
Alessandro Pace: https://www.youtube.com/watch?v=Thu9KrNxaTQ
Giorgio Cremaschi: https://www.youtube.com/watch?v=W3hngZo0sqU
Paolo Ferrero: https://www.youtube.com/watch?v=xuZtyWcXYno
Luciano Guerzoni: https://www.youtube.com/watch?v=gVmSdeIdQQU
Vincenzo Vita: https://www.youtube.com/watch?v=0RM0r8yMILo
Bia Sarasini: https://www.youtube.com/watch?v=HdGxVn96M8k
Anna Falcone: https://www.youtube.com/watch?v=zSqycxihH00
Antonio Ingroia: https://www.youtube.com/watch?v=bGISIPD-d9M
Ilaria Iapadre: https://www.youtube.com/watch?v=KhnR7-Xl2E4
Chiara Stuppo: https://www.youtube.com/watch?v=uyNzq0-_7_U
Pancho Pardi: https://www.youtube.com/watch?v=7-V1JsBrgIo
Paola Patuelli: https://www.youtube.com/watch?v=5I3TD7k_ph0
Massimo Cervellini: https://www.youtube.com/watch?v=AQWpHQQoLgo
Franco Russo: https://www.youtube.com/watch?v=Sxc5vcffM1w
Francesco Baicchi:https://www.youtube.com/watch?v=L-UBd-Qe3WU
Roberta Radich: https://www.youtube.com/watch?v=qGezk-Xjyaw
Fabrizio Tomaselli: https://www.youtube.com/watch?v=X4-uGXOX6qo
Silvia Manderino:https://www.youtube.com/watch?v=jrU-icCYjoI
Giulio Ercolessi: https://www.youtube.com/watch?v=PyhQYfBS16E
Luca Mariantoni: https://www.youtube.com/watch?v=Nb6UfYhuFzk

2 risposte a “Materiali ed esito dell’assemblea del CDC

  1. L’Associazione Articolo 53 con il Cn-AC ha aderito sia al referendum sulla deforma della Costituzione sia su quelli per abolire l’IIalicum!
    Ritiene che l’unica difesa della Costituzione consiste nella sua integrale attuazione ed in specie di quella economica!
    Ritiene che l’attuazione della Costituzione sia l’unica via d’uscita da questa gravissima crisi economica, sociale,culturale e politica che sta massacrando le classi meno abbienti!
    Inoltre, date le continue e progressive disuguaglianze sociali ed economiche, si ritiene essenziale ed urgente chiedere a gran voce l’applicazione dell’articolo 53 della Costituzione redistributivo di reddito e di diritti sociali collettivi!

    Mi piace

  2. Pingback: Esito dell'Assemblea Nazionale Coord.Naz. per la Democrazia Costituzionale - Comitato Democrazia Costituzionale Vallagarina·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...